Terzo posto a Roma nel Concorso ‘Matematica per tutti’ per ‘I fantastici3’ della Frassati

Sono partiti senza…fare troppi calcoli, sono tornati a casa con la medaglia di bronzo.

Sul podio di Roma un posto di assoluto riguardo è stato conquistato da “I fantastici3”, i giovanissimi aspiranti matematici della Frassati che hanno ottenuto la terza piazza nel Concorso nazionale ‘Matematica per tutti’, svoltosi nel parco tematico di Cinecittà World dal 5 al 6 aprile 2019.

Fare matematica divertendosi e giocando insieme: questo lo spirito all’origine del progetto che in cinque mesi di lavoro ha portato i bambini delle classi quinte sino in cima all’ultimo atto del Concorso, organizzato in collaborazione tra Cinecittà World e l’azienda produttrice di giochi ‘Creativamente’, sotto il patrocinio dell’Università degli Studi Roma Tre e della Regione Lazio.

Circa 1000 gli studenti italiani partecipanti, tutti scolari in età compresa tra il quarto anno della primaria e il secondo anno della secondaria di secondo grado.

I piccoli delle classi quarte e quinte hanno lavorato fianco a fianco, cimentandosi in una modalità cooperativa di apprendimento della matematica attraverso sfide logiche a squadre. Il buon rapporto instauratosi con i docenti dell’Università di Roma e con gli esperti dell’associazione Tokalon - Didattica per l’eccellenza - ha permesso agli insegnanti di re-impostare una disciplina che spesso i bambini ritengono difficoltosa.

Gli alunni si sono visibilmente divertiti nel fare matematica attraverso appositi giochi a squadre tipo La Boca, Ubongo e Rolling Pytagora, ma hanno anche sudato le proverbiali ‘sette camicie’, scoprendo un’esperienza del tutto nuova e originale di apprendere i segreti di una materia fondamentale nella vita di tutti i giorni.

La Coordinatrice della Primaria, Elena Fumagalli, così si è espressa al termine della manifestazione:

L’esperienza vissuta alla prima edizione del “con-corso” è stata un’ulteriore verifica di quello che per noi significa fare scuola. Ci definiamo “la scuola che esalta i talenti” intesi come il dono che a ciascuno è stato dato. Il come ha messo insieme noi della Frassati e gli organizzatori: tutti possono imparare la matematica attraverso l’interesse e la passione di chi insegna e insieme agli amici che condividono la gioia, le idee, le strategie ma anche la fatica di imparare. La ragione per cui abbiamo deciso di intraprendere l’avventura sta nel desiderio di proporre una didattica per tutti.
Un altro aspetto positivo è stato il “clima” amicale vissuto: sembrava ci si conoscesse tutti da tempo. La cordialità, il rispetto dell’altro, lo sguardo che abbiamo ricevuto, docenti e alunni è stato per noi significativo. Ogni azione, ogni cambiamento passano attraverso il rapporto tra persone che condividono lo stesso scopo: il bene dei bambini che, a ben vedere, coincide con il nostro.

Se è vero, come disse il grande Galileo Galilei che ‘La matematica è l'alfabeto nel quale Dio ha scritto l'universo’, sin da piccoli in Frassati si sta imparando assai bene a decifrarlo.

Seveso, 16 gennaio 2020