Non la solita gita

Prima tappa: è lui o non è lui? Banksy: nome d’arte, artista la cui identità non è mai stata rivelata.

I ragazzi di terza media, nel percorso di arte e tecnologia, hanno sperimentato un nuovo linguaggio e una nuova comunicazione: ciò che conta non è tanto la forma quanto il messaggio. Tra le viarie litografie esposte alla mostra che abbiamo visitato ha particolarmente commosso quella di una bambina che, sfidando la gravità, supera il gigantesco muro della segregazione palestinese attaccata ad alcuni palloncini. È stato l’incontro con un linguaggio nuovo ma comprensibile ai ragazzi.

Seconda tappa: Citylife a Milano e l’incontro con tre grandi archistar.

Occhi verso il cielo, travolti da misure e dimensione mozzafiato. In maniera particolare lo sguardo è andato alla torre Isozaki: lui riassume in questa splendida vela la sua idea di architettura. Alcune misure: 62 pali per le fondamenta, 30 metri di profondità, 60 ore di gettata consecutive e ininterrotta di cemento con un afflusso contante di betoniere.... Girando tra il parco, i ragazzi si sono anche imbattuti anche in un museo a cielo aperto, inedito e straordinario nella sua funzione quotidiana.

Alla prossima uscita, il salone satellite.