Profumo di Frassati in Kazakistan

Dal 9 al 13 ottobre il nostro preside della Secondaria di I grado è stato a Karàgandà in Kazakistan.
L’invito è avvenuto da parte della referente nazionale della Formazione Insegnanti in Kazakistan, che ha voluto il Professor Marchisio come relatore durante una sessione del corso di formazione continua a cui hanno partecipato 60 insegnanti di scuole statali. Così la Frassati è stata protagonista dell’incontro sul metodo Cooperative Learning applicato all’analisi testuale del brano di Buzzati “La giacca stregata”.

“È stato interessante anche l’incontro con i maturandi delle classi quinte. Come fai a non tornare cambiato quando parli di come orientare le scelte a studenti che vivono di fatto ancora in un regime? O quando discuti del tema dell’educazione dei figli, a genitori che hanno in comune la lingua russa, ma che provengono da etnie e religioni diverse?"

Il prof. Marchisio ci racconta che sono 143 le etnie che convivono in Kazakistan e 3 le religioni principali. "È uscito un bel confronto umano anche durante l’incontro con i preti diocesani sul tema della pastorale giovanile. Sono convinto che solo se uno va a fondo della propria identità allora può dialogare con tutti.
Sono stato fiero di aver portato la realtà della Frassati nel suo aspetto educativo, didattico e culturale. Come si lavora in Frassati sui testi, con il metodo cooperativo e con un metodo di analisi che accende la ragione, che tipo di rapporto si instaura con le famiglie e con gli alunni stessi: sono tutti aspetti su cui ci hanno riconosciuto un' originalità.
L’interesse è stato tale da suscitare il desiderio in un gruppo di docenti e genitori di pensare in futuro di aprire una scuola come la nostra, nata da famiglie e insegnanti che desiderano educare i propri figli in prima persona al vero e al bello. Roba da non credere… veder nascere negli occhi di tanti di loro il desiderio di provare a costruire una scuola libera!
Sono sempre più consapevole che la nostra scuola fa cultura, genera cioè un pensiero che è capace di far crescere e generare.”