Guardare la luna

Il 7 maggio gli studenti delle classi I e II liceo hanno incontrato il giornalista e scrittore Andrea Avveduto, collaboratore dell’Associazione Pro Terra Sancta.
L’appuntamento ha concluso un percorso di tutto l’anno sul Medio Oriente, iniziato a settembre con gli incontri con Fossà e con Farhad. È stato un percorso ricco di domande, che ci hanno guidato nell’approfondimento di alcune tematiche ormai attualissime.
avveduto fotoAvveduto ha fornito un inquadramento storico, in cui ha dato alcuni riferimenti che ci aiutano a capire cosa ha portato alla “rabbia musulmana” di cui vediamo spesso violente espressioni. Ha ricordato anche un episodio raccontato in una fonte storica sulla vita di San Francesco: prima ancora di parlare di Gesù al Sultano, Francesco lo invitò a guardare la Luna. Il Sultano rimase stupito di fronte alla bellezza della Luna: la meraviglia per la bellezza, e il desiderio di essa, accomuna tutti gli uomini, e può farci oltrepassare le barriere ideologiche. Avveduto ci ha raccontato poi del suo viaggio in Siria, in particolare ad Aleppo e Damasco.
Gli studenti sono rimasti molto colpiti nel sentire questi racconti e la testimonianza della speranza che vivono i cristiani perseguitati, che continuano a costruire pur nel bel mezzo della guerra.

avveduto_07maggioInfine è emerso, tra le domande a fine incontro, che sono state tante e acute, uno spunto di riflessione che interroga spesso i ragazzi: cosa spinge alcuni giovani europei a unirsi al fondamentalismo islamico? Avveduto ci ha proposto un’ipotesi: è un vuoto, che ha alla base il loro desiderio, la loro sete di radicalità, e che in Europa non trova più un’ipotesi di risposta che lo riempia veramente. L’incontro è stata un’altra occasione di dialogo con una persona competente e appassionata; e di nuovo gli studenti si sono mostrati incuriositi, e realmente interessati a conoscere un aspetto della realtà, la situazione del mondo arabo, che sta suscitando in loro tante domande.