Exposition universelle: lo stupore che apre la mente

Martedì 6 ottobre erano ben riconoscibili gli alunni delle Seconde Medie della Frassati, nella lunga fila di persone in attesa di entrare al padiglione zero dell’Expo.
Avevano in mano una scheda di osservazione con domande  “Quali materiali sono stati realizzati per la realizzazione della facciata?” e lavori “Fai uno schizzo” che li avrebbero aiutati durante la giornata e nella ripresa in classe.

EXPO medie

Con la stessa modalità sono stati visitati altri padiglioni tra cui quello della Svizzera,  con la sua provocatoria idea sulla sostenibilità e condivisione delle risorse (quattro torri di prodotti, ad esempio il sale, riempite prima dell’Expo e a disposizione gratuita dei visitatori, senza limiti: fino a quando sarebbero durati?).

EXPO medie

Per la gioia degli alunni la giornata prosegue con una visita al cluster del cioccolato, per quella dei professori un passaggio al cluster del caffè.